Grecia potrebbe emettere titoli a breve in luglio - minfin

martedì 1 giugno 2010 08:39
 

ATENE, 1 giugno (Reuters) - La Grecia potrebbe lanciare un'asta di buoni di stato a breve a luglio, segnando così il suo primo ritorno sui mercati dopo aver ottenuto il pacchetto di aiuti dall'Unione Europea e dal Fmi. Lo ha detto ieri sera il ministro delle finanze greco a una TV locale.

La Grecia può continuare a emettere Buoni del Tesoro durante i tre anni dopo il programma da 110 miliardi di euro di finanziamenti di emergenza concordato con l'Unione europea e il Fondo monetario internazionale all'inizio di maggio.

A una domanda su quando la Grecia ha intenzione di tornare al mercato George Papaconstantinou ha risposto a Net TV ieri sera: "Il pacchetto di aiuti è sufficiente fino all'inizio del 2012. Abbiamo della carta a breve in scadenza, una parte a luglio, quindi torneremo sul mercato" ha detto Papaconstantinou.

A luglio viene a scadere un totale di 4,56 miliardi di euro, di titoli a breve -- 2,16 miliardi di euro di titoli a un anno e a sei mesi scadono il 16 luglio e altri 2,4 miliardi di titoli a a 13 settimane scadono il 23 luglio.

La Grecia ha agevolmente coperto la vendita di titoli trimestrali in aprile, prima del pacchetto di aiuti Ue/Fmi, raccogliendo 1,95 miliardi per finanziare la scadenza di altri titoli a breve termine. Tuttavia ha dovuto pagare un rendimento doppio rispetto a quello della precedente asta di gennaio, del 3,65% da 1,67%.

"Tutto dipenderà dal rendimento", ha detto Papaconstantinou a proposto del fatto di tornare sui mercati.

Il ministro ha aggiunto che il sistema bancario greco non è in pericolo e che i depositi sono "al 1000 per cento al sicuro".

Le banche greche , colpite dalla recessione e dalle misure di austerità del governo, hanno avuto una debole performance rispetto alle altre banche europee dall'inizio dell'anno. [ID: nLDE64Q1B3].