PUNTO 1-Italia, manovra coerente con rientro deficit-Rehn a Sole

venerdì 28 maggio 2010 08:26
 

(aggiunge da terzo paragrafo dichiarazioni commissario, contesto)

MILANO, 28 maggio (Reuters) - Non ne ha ancora esaminato i dettagli né la Commissione ha elaborato una valutazione ufficiale, ma il commissario Ue agli Affari economici e monetari Olli Rehn ritiene l'entità della finanziaria italiana significativa e coerente con il previsto programma di rientro del deficit.

In un'intervista a 'Il Sole 24 Ore' in edicola oggi il commissario ricorda inoltre che anche se l'Italia è riuscita a contenere i danni della crisi sui conti pubblici i margini di manovra nazionali decisamente minori di altri paesi Ue a causa dell'elevato indebitamento.

"Non l'ho ancora vista in dettaglio e ancora la Commissione dovrà dare la sua valutazione, ma certo dall'entità mi sembra un programma significativo di consolidamento fiscale, oltretutto coerente con quanto l'Italia ha presentato nel suo piano di stabilità e tale quindi da riportare il rapporto tra deficit e Pil al di sotto del 3% secondo l'attuale tabella di marcia" dice.

Approvata dal consiglio dei ministri di martedì sera, la finanziaria prevede interventi per 12 miliardi nel 2011 e ha un valore complessivo di 24,9 miliardi di euro.

Già l'altroieri da Bruxelles il commissario ha definito "molto significativi" i tagli della manovra biennale 2011/2012.