MONETARIO - Cosa succede oggi venerdì 28 maggio

venerdì 28 maggio 2010 07:35
 

* In un'intervista al 'Sole 24 Ore' in edicola oggi il commissario Ue agli Affari economici e mometari Olli Rehn ribadisce che la manovre contiene misure significative, coerenti con il programma di rientro del deficit.

* L'appuntamento clou della mattinata è sul mercato dei titoli di Stato con le aste a medio lungo termine per un importo complessivo fino a 9,5 miliardi. Un test molto importante dell'appetito per il debito periferico da parte di un mercato più che mai nervoso anche negli ultimi giorni. Il Tesoro colloca il nuovo Btp tre anni 1 giugno 2013 cedola 2% per una cifra compresa tra 3 e 4 miliardi, la quinta tranche del decennale settembre 2020 4% per 2,5-4 miliardi e la settima tranche del Cct marzo 2017, per 750 milioni-1 miliardo e mezzo. Le aste giungono dopo due collocamenti sostanzialmente senza problemi di titoli a breve e di Btp indicizzati da parte dell'Italia, tra ieri e l'altro ieri. In settimana è risultato però delundente l'esito dell'asta di Bund tedeschi quinquennali: tolti gli acquisti Bundesbank, la richiesta del mercato è stata inferiore all'offerta

* In agenda sul fronte economico il dato Istat sui prezzi alla produzione in aprile: si riparte dal +0,5% su mese e dal +1,7% su anno di marzo. Il focus è tuttavia sugli Usa. Spiccano tra gli altri i dati di aprile su consumi (atteso un +0,3% congiunturale dal +0,6% di marzo) e redditi (+0,5% atteso, da +0,3%), nonchè l'indice Pmi dei direttori d'acquisto dell'area di Chicago: prevista un'espansione, ma meno sostenuta, dell'attività manifatturiera in maggio (l'indice è stimato in calo a 62 punti dai 63,8 di aprile).

* I prezzi al consumo giapponesi nazionali a livello 'core' mostrano ad aprile un calo tendenziale 1,5% a fronte del -1,2% di marzo e del -1,4% delle attese. Riguardo alla sola area di Tokyo, nel mese di maggio l'indice annuo evidenzia un -1,6% dopo il -1,9% di aprile e contro il -1,5% del consensus

* Sempre in Giappone, le spese delle famiglie risultano ad aprile in calo di 0,7% su anno dopo il +4,4% di marzo e contro il +2,4% della mediana delle aspettative; su base mensile la flessione è di 6,3%, record della serie. Ancora ad aprile, il tasso di disoccupazione risulta pari a 5,1% (5,0% a marzo e secondo le attese) e le vendite al dettaglio sono cresciute su anno al ritmo di 4,9% - massimo da marzo 1997 - dopo il +4,7% di marzo e rispetto al consensus di +3,7%

  Continua...