Italia, bene riduzione deficit, banche attenzione patrimonio-Fmi

mercoledì 26 maggio 2010 19:24
 

MILANO, 26 maggio (Reuters) - Le autorità italiane hanno "giustamente" resistito alle pressioni per concedere grossi stimoli economici discrezionali durante la crisi, contenendo in tal modo i deficit di bilancio. Ora che una modesta ripresa è in atto, sarà essenziale mantenere la disciplina fiscale, ridurre il peso del debito pubblico e aumentare il potenziale di crescita del paese con riforme strutturali.

Sono alcune delle indicazioni contenute nel documento conclusivo della missione "Articolo 4" del Fondo monetario internazionale in Italia, in cui si legge tra le altre cose che il sistema finanziario italiano, che ha retto relativamente bene alla crisi, potrebbe continuare a fronteggiare elevati rischi sul credito, una crescita rallentata degli impieghi e minore redditività rispetto al periodo precedente alla tempesta finanziaria.

Ciò è dovuto, precisa il documento, al permanere di condizioni di debolezza complessiva dell'economia. Ciò consiglia di continuare con gli sforzi per rafforzare la capitalizzazione delle banche.