PUNTO 2- Manovra, Epifani propone a Cgil sciopero generale 4 ore

mercoledì 26 maggio 2010 19:27
 

(Aggiunge dichiarazioni, posizioni Cisl e Uil, commento Berlusconi) di Antonella Cinelli

ROMA, 26 maggio (Reuters) - Contro la manovra correttiva 2011-2012 da 24 miliardi di euro approvata ieri dal governo la Cgil, primo sindacato italiano con oltre 5 milioni di iscritti, si appresta a indire uno sciopero generale di 4 ore.

Il segretario Guglielmo Epifani ha annunciato ai giornalisti che la prossima settimana proporrà "al comitato direttivo lo sciopero generale per fine mese [di giugno] con manifestazioni su base territoriale".

"La Cgil dice sì alla correzione dei conti pubblici, non trova però nelle scelte del governo la risposta a questo problema", ha detto Epifani in una conferenza stampa riferendosi all'obiettivo del governo di riportare il deficit al 2,7% del Pil nel 2012 dal 5,3% lo scorso anno.

I provvedimenti sono destinati a "deprimere la crescita e aumentare il tasso di disoccupazione dei prossimi anni".

Il comitato direttivo della Cgil si terrà il 7, 8 e 9 giugno. Per il 12 giugno Epifani ha annunciato una manifestazione nazionale del pubblico impiego.

Il pacchetto anti-deficit, che mira ad evitare che il debito sovrano dell'Italia sia investito dalla speculazione come accaduto alla Grecia, prevede il congelamento dei salari dei dipendenti dello Stato per tre anni, un taglio lineare del 10% nelle spese dei ministeri, la riduzione delle finestre per il pensionamento e una sforbiciata negli stipendi più alti dei dirigenti pubblici e dei parlamentari.

"DOVE POSSIBILE LAVOREREMO CON CISL E UIL"

Il leader della Cgil, rispondendo a una domanda sul rapporto con gli altri due sindacati confederali, Cisl e Uil, in questa fase che si annuncia di lotta, ha risposto: "Sarebbe utile lavorare insieme. Dove sarà possibile lo faremo".   Continua...