PUNTO 1-Manovra può frenare ripresa consumi Italia - Giovannini

mercoledì 26 maggio 2010 12:33
 

(aggiunge quote Giovannini su effetto congiunto con Ue)

ROMA, 26 maggio (Reuters) - La manovra correttiva sul 2011-2012 approvata ieri sera dal governo può avere un effetto depressivo sull'economia italiana, secondo il presidente dell'Istat Enrico Giovannini.

Nella sintesi del Rapporto annuale sul 2009 che Giovannini ha letto in Parlamento c'è scritto che la modesta ripresa dell'inflazione, in presenza di una dinamnica salariale limitata, può frenare la ripresa dei consumi e che "analogo freno può venire dall'annunciato contenimento della spesa pubblica, finalizzato a evitare che le instabilità osservate nelle ultime settimane per altri Paesi dell'area dell'euro si manifestino anche in Italia".

A margine della presentazione del Rapporto a Montecitorio, Giovanni ha spiegato che l'effetto depressivo sui consumi potrebbe essere amplificato dall'approvazione di pacchetti di austerity in altri paesi europei: "Se tutti i Paesi in Europa effettueranno manovre simili nello stesso momento c'è il rischio di un rallentamento della domanda".

Quantificare l'impatto al momento non è possibile "non avendo ancora il testo della manovra", ha detto ancora Giovannini, ex capo statistico dell'Ocse, ma "c'è da considerare che un effetto congiunto potrebbe fungere da moltiplicatore".