Manovra, dipendenti di Palazzo Chigi protestano contro tagli

martedì 25 maggio 2010 14:37
 

ROMA, 25 maggio (Reuters) - Chi di spada ferisce... Silvio Berlusconi è assente ma tocca a Giulio Tremonti, padre della manovra sui conti pubblici, prendersi i fischi dei dipendenti di Palazzo Chigi per i tagli ai dipendenti pubblici che toccano anche loro.

All'uscita dal Palazzo di governo, al termine della riunione con le parti sociali per l'illustrazione del pacchetto da 24 miliardi che colpisce pensionati, enti locali e dipendenti pubblici, alcune di decine di dipendenti hanno accolto il ministro con fischi e 'booh' di protesta.

La manovra conterrebbe infatti una norma che equipara il trattamento dei dipendenti di Palazzo Chigi a quelli ministeriali, un adeguamento quindi peggiorativo.