SCHEDA - Manovra, i tagli alle pubbliche amministrazioni

lunedì 24 maggio 2010 21:58
 

ROMA, 24 maggio (Reuters) - La manovra 2011-12 che il consiglio dei ministri esaminerà domani sera prevede tagli lineari alle spese dei ministeri per il 10% con esclusione del fondo ordinario delle università, delle risorse destinate all'informatica, alla ricerca ed al finanziamento del 5 per mille.

E' quanto si legge nel documento del Tesoro che il ministro dell'Economia Giulio Tremonti ha illustrato questa sera alla riunione della Consulta economica del Pdl e del quale la Reuters è in possesso.

Ecco il dettaglio delle voci contenute nel documento.

* Riduzione dei costi degli apparati politici:

- trattamento economico di ministri e sottosegretari non parlamentari: riduzione del 10% per la parte eccedente gli 80mila euro;

- spesa degli Organi Costituzionali: le risorse rinvenienti dalle riduzioni di spesa che saranno effettuate dalla Presidenza della Repubblica, dal Senato della Repubblica, dalla Camera dei deputati e dalla Corte Costituzionale vengono destinate alla Cassa integrazione;

- riduzione dei rimborsi a favore dei partiti politici: dimezzato il contributo di un euro quale moltiplicatore per il numero dei cittadini della Repubblica iscritti nelle liste elettorali per le elezioni della Camera dei deputati; soppressione delle quote annuali dei rimborsi in caso di scioglimento anticipato del Parlamento;

- incarichi svolti da titolari di cariche elettive: i titolari di cariche elettive, per gli incarichi conferiti dalle PA possono percepire solo il rimborso spesa ed il gettone di presenza non può superare 30 euro;

- incarico nei governi degli enti locali;   Continua...