Spagna crescerà 1,5-2% in medio termine, ha bisogno riforme -Fmi

lunedì 24 maggio 2010 17:39
 

MADRID, 24 maggio (Reuters) - La Spagna deve realizzare riforme ad ampio raggio, che riguardino anche il mercato del lavoro, mentre la sua ripresa economica rimane fragile.

Lo sostiene il Fondo monetario internazionale in un documento pubblicato a seguito della consueta analisi annuale.

"Le sfide sono complesse: un mercato del lavoro disfunzionale, una bolla sul settore immobiliare che si sta sgonfiando, un ampio deficit di bilancio, un pesante debito del settore privato e nei confronti dell'estero, una crescita della produttività anemica e un settore bancario con sacche di debolezza" elenca il Fondo monetario.

Dopo una ripresa debole e fragile l'economia spagnola dovrebbe crescere di 1,5-2% nel medio termine, secondo l'Fmi.

Lo scorso aprile il Fondo aveva previsto che il pil spagnolo avrebbe registrato una contrazione di 0,4% nel 2010, seguito da un'espansione di 0,9% nel 2011.