Manovra biennale, combattere evasione e corruzione - Reg.Toscana

venerdì 21 maggio 2010 19:44
 

MILANO, 21 maggio (Reuters) - Un intervento efficace deve basarsi sulla lotta all'evasione fiscale e alla corruzione, e il governo si è svegliato in ritardo sulla criticità della situazione economica.

Lo ha detto a Reuters il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi in risposta all'annuncio del ministro dell'Economia Giulio Tremonti di tagli significativi ai trasferimenti statali di enti locali e territoriali.

"Il governo si sveglia in ritardo. Da un ingiustificabile ottimismo, contraddetto da tutti gli indicatori economici e finanziari, è passato in pochi giorni a minacciare una stangata che sembrerebbe ancora peggiore di quanto annunciato. E subito si è diviso sulle cose da fare", dice Rossi.

"A mio parere sono due i punti irrinunciabili su cui basare un intervento che permetta al paese non solo di fronteggiare la crisi ma anche di compiere una svolta nello sviluppo e nella vita civile: la lotta alla corruzione e quella all'evasione fiscale. Rigore e giustizia: questo è il coraggio che serve oggi", aggiunge.

Il portavoce del presidente della Regione Emilia Romagna e della conferenza delle regioni Vasco Errani ha oggi sottolineato l'importanza di garantire i diritti costituzionali del cittadino.

"Non vogliamo che si metta a rischio il patto per la salute siglato negli ultimi mesi dell'anno scorso e si devono salvaguardare i livelli essenziali di assistenza che sono diritti costituzionali del cittadino", ha detto il portavoce.