Manovra,ripensare spesa corrente enti locali,PA,no tasse-Sacconi

venerdì 21 maggio 2010 11:35
 

ROMA, 21 maggio (Reuters) - La manovra sui conti pubblici che il governo dovrebbe varare la prossima settimana conterrà una stretta sulla spesa corrente degli enti locali e delle amministrazioni pubbliche ma non ci saranno aumenti delle tasse né interventi strutturali sulle pensioni.

Lo ha detto stamani il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, intervenendo telefonicamente ad una trasmissione televisiva.

Alla domanda sulle linee guida della manovra il ministro ha risposto: "Non posso anticipare nulla. Non ci saranno però nuove tasse. Ma non ci sono le condizioni per ridurle, data la situazione economica internazionale".

"Dobbiamo ripensare la spesa corrente di enti locali e amministrazione dello Stato. È la strada obbligata per un Paese con un debito pubblico come il nostro. L'obiettivo è la crescita economica", ha spiegato Sacconi ribadendo che il sistema previdenziale italiano "è in equilibrio. Siamo già entrati nel meccanismo che dal 2010 tenga conto dell'aumento dell'aspettativa di vita. Ma non abbiamo bisogno di interventi strutturali".

Quanto alla proposta del ministro leghista Roberto Calderoli che i politici taglino le proprie indennità del 5%, Sacconi ha detto: "I parlamentari anche autonomamente vorranno partecipare a decisioni che riguardano anche loro. C'è una disponibilità a una forte autodisciplina".