Hedge fund,Ue procede su nuove regole, Gran Bretagna nell'angolo

martedì 18 maggio 2010 14:53
 

BRUXELLES, 18 maggio (Reuters) - La presidenza spagnola dei ministri delle Finanze dell'Unione europea è riuscita oggi ad avere l'appoggio dei paesi membri su un testo di compromesso sulla direttiva per hedge fund e gruppi private equity e spera che venga definitivamente adottata entro luglio.

L'accordo segna, invece, la disfatta della nuova coalizione di governo della Gran Bretagna al suo primo meeting europeo.

"Penso ci sia un accordo generale su questo" punto, ha annunciato il ministro spagnolo Elena Salgado dopo che i suoi colleghi dell'Ue hanno discusso del tema a Bruxelles.

"Di base possiamo affermare che abbiamo l'accordo necessario per procedere con 'l'approccio generale'", ha aggiunto. Questo termine designa la tappa che permette agli Stati membri di negoziare con gli eurodeputati, che hanno potere di codecisione con i paesi membri in materia fiscale.

In discussione da oltre un anno, la direttiva Aifm (Alternative investment fund managers) prevede per i manager dei fondi di investimento cosiddetti alternativi di registrarsi e aderire a una serie di obblighi informativi. Inoltre saranno posti dei limiti all'assunzione di rischi e ai bonus.

Un breve comunicato diffuso al termine della riunione si limita a dire che le istanze preoccupate emerse da alcuni stati membri - la Gran Bretagna non viene citata esplicitamente - saranno tenute in considerazione in una successiva fase negoziale.

Le nuove regole dovrebbero entrare in vigore intorno al 2012.

L'80% degli hedge fund del blocco europeo ha sede in Gran Bretagna. Soltanto la Repubblica Ceca si è schierata contro insieme alla Gran Bretagna.

"Abbiamo una maggioranza qualificata e abbiamo segnali dal nuovo governo britannico della volontà di cercare un accordo con il resto del Consiglio dei Ministri Ue", ha spiegato il ministro lussemburghese Luc Frieden.   Continua...