Appalti, Matteoli dice di non avere ancora incontrato Incalza

martedì 18 maggio 2010 11:56
 

ROMA, 18 maggio (Reuters) - Il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli non ha ancora incontrato il suo braccio destro ed alto funzionario al ministero Ercole Incalza rimasto coinvolto nelle indagini della Procura di Perugia sui grandi appalti ed invita i magistrati "a fare il loro dovere"

"Non ho ancora incontrato Incalza. I magistrati facciano il loro dovere. Se acclarano irregolarità procedano, non sono preoccupato. La magistratura faccia il suo dovere e la lascino lavorare", ha detto Matteoli ai giornalisti, lasciando un convegno di Legacoop.

La settimana scorsa Matteoli aveva annunciato che avrebbe ricevuto "a breve" Incalza per decidere sulla permanenza dell'incarico al ministero e di avere ricevuto una lettera dal dirigente nella quale si dicharava "completamente estraneo" alla vicenda giudiziaria.

Secondo i magistrati perugini, Incalza sarebbe stato indiretto destinatario di una serie di assegni circolari da 10.000 euro l'uno, per un totale di 520.000 euro, versati dall'architetto Angelo Zampolini.