18 maggio 2010 / 08:18 / 7 anni fa

Usa, Senato vota misura per negare aiuti Fmi a Paesi insolventi

WASHINGTON, 18 maggio (Reuters) - Gli Stati Uniti si opporranno a pacchetti di aiuti del Fondo Monetario Internazionale a Paesi che probabilmente non sarebbero in grado di rimborsarli. E' l'effetto di una misura approvata dal Senato di Washington ieri.

Il provvedimento è stato varato con 94 voti a favore e nessuno contro, sintomo della preoccupazione crescente che gli Usa stiano indirettamente sostenendo il piano da 40 miliardi di dollari del Fmi a favore della Grecia.

Gli Usa sono il maggior contribuente al Fmi e hanno potere di veto per bloccarne le decisioni, soluzione mai adottata.

La misura è stata proposta dal repubblicano John Cornyn ed è indirizzata al rappresentante statunitense nel direttivo del Fmi, al quale viene chiesto di valutare se il Paese che beneficerà degli aiuti sarà in grado di rimborsarli, con particolare attenzione per gli Stati con un debito pubblico superiore al Pil.

Se il rappresentante Usa dovesse stabilire che il prestito ha scarse probabilità di essere rimborsato, scatterà l'obbligo di votare contro in sede di direttivo.

La misura è stata aggiunta al nuovo testo di riforma della regolamentazione del sistema finanziario e dovrebbe essere armonizzata con un provvedimento simile approvato nel dicembre scorso dalla Camera prima che il presidente Barack Obama lo trasformi in legge.

Il democratico Christopher Dodd ha detto di appoggiare la misura, ma ha aggiunto che potrebbe essere modificata nelle prossime settimane per incorporare altri tipi di richieste.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below