Monetario chiude oggi periodo rob, atteso drenaggio 270-280 mld

martedì 11 maggio 2010 13:04
 

MILANO, 11 maggio (Reuters) - Ultimo giorno di mantenimento della riserva obbligatoria oggi per il mercato monetario, che fa i conti con i fondi in eccesso e con l'operazione di drenaggio a cui le banche parteciperanno nel pomeriggio.

L'eccesso di fondi, che la Bce si offre di drenare per un ammontare non predefinito al tasso massimo dell'1%, è stimato sui 360 miliardi. All'operazione di drenaggio è stimata una partecipazione per circa 270-280 miliardi di euro, mentre i rimanenti 75-80 miliardi dovrebbero essere messi a deposito presso la Bce stasera al tasso dello 0,25%. I depositi a ieri erano pari a 314,792 miliardi.

Come accade in queste occasioni, il tasso overnight sul mercato stamane è salito "per timore che vengano drenati più fondi del bisogno oppure che dopo l'operazione non si trovi più liquidità in giro" dice un tesoriere. Il risultato verrà reso noto dalla Bce dopo le 16,00 italiane.

Il tasso overnight in rialzo, quota a metà seduta attorno a 0,50% dopo un Eonia fissato ieri a 0,341%.

A valere invece da domani, già nuovo periodo, si sono tenute oggi le aste di finanziamento a 7 e a 35 giorni oltre a quella in dollari a 8 giorni.

La Bce ha soddisfatto tutte le richieste delle banche, pari a 99,57 miliardi per l'operiazione a 7 giorni (in scadenza circa 90 miliardi), a 20,48 mld per quella a 35 giorni (in scadenza 15,7 mld) e a 9,205 mld di dollari per quella in divisa a 8 giorni.

"La seduta di domani sarà inondata di fondi e vedremo i depositi schizzare ulteriomente" dice un altro tesoriere.

I mercati in generale oggi hanno visto una sorta di stabizzazione dopo il potente recupero ieri dai minimi per effetto del maxi pacchetto di aiuti di Unione europea e Fmi per un valore complessivo di 750 miliardi di euro e delle nuove misure strordinarie della Bce.

Tra queste c'è il ripristino del finanziamento a sei mesi con l'asta di domani, offrendo alle banche tutti i fondi che chiedono nell'operazione a tasso fisso.   Continua...