11 maggio 2010 / 05:42 / tra 7 anni

MONETARIO - Cosa succede oggi martedì 11 maggio

* Olli Rehn, il commissario Ue per gli affari monetari secondo quanto riportato dal Sole24ore stamane ha detto che l‘Italia si trova in una posizione diversa da quella di altri paesi perchè non ha distribuito massicci stimoli di bilancio. Però ha un debito molto elevato, la cui dinamica va messa sotto controllo.

* Si aspettano oggi gli effetti del secondo giorno dal varo del pacchetto di aiuti che ieri, insieme alla notizia di acquisti di titoli di stato da parte delle banche centrali della zona euro, ha provocato una forte reazione dei mercati, col la marcata riduzione degli spread e il crollo del Bund.

L‘euro invece che ieri pomeriggio era risalito sopra 1,30 dollari, ha poi ritracciato e sul finire della seduta asiatica quota attorno a 1,28 dollari. * Attenzione per l‘offerta di nuovi titoli oggi. In calendario l‘asta italiana sul Bot a un anno, mentre l‘Olanda pone in asta fra 2 e 2,5 mld di euro del suo titolo 2015.

* Sul fronte macro si attende il dato finale sui prezzi al consumo tedeschi in aprile, con attese di un calo congiunturale dello 0,1% e di un rialzo tendenziale dell‘1,0% dopo un dato nazionale in marzo a +0,5% e +1,1%.

* Nella notte la Cina ha detto di essere pronta ad agire sullo yuan per lasciarlo muovere più liberamente, quando ha detto che gestirà la sua moneta “con riferimento ad un paniere di valute”, lo ha detto un consigliere della banca centrale in un‘intervista pubblicata oggi. Ieri la Banca del Popolo della Cina aveva detto in un report di politica monetaria che avrebbe migliorato la gestione dello yuan in base all‘offerta e alla domanda del mercato.

* Sempre in Cina i dati di oggi hanno riportato che l‘inflaizone è cresciuta del 2,8% su anno in aprile, il massimo di 18 mesi, contro attese di +2,7%. I prestiti bancari hanno superato le attese, mentre il rapporto mensile sull‘economia ha mostrayo un trend robusto senza surriscaldamento.

* Il greggio è in calo sulle piazze asiatiche, dopo il rialzo ieri in reazione al varo del maxi pacchetto di aiuti varato da Ue e Fmi. Intorno alle 7,30 il contratto a giugno sul Nymex è in calo di 42 cent a 76,36 dollari, la stessa scadenza sul Brent cede 42 cent a 79,70 dollari.

* I Treasuries ieri hanno chiuso in calo perdendo in parte il loro ruolo di mercato rifugio dopo il varo del pacchetto di aiuti da 750 milirdi di euro. Il decennale benchmark ha chiuso a 100-22/32 in calo di 1-1/32 per un rendiemnto del 3,543%.

DATI MACROECONOMICI

FRANCIA

* Ocse pubblica rapporto annuale su tassazione sul lavoro (11,00)

GERMANIA

* Cpi finale aprile (8,00) - attesa dato nazionale -0,1% m/m; 1,0% a/a; dato armonizzato -0,1% m/m; 1,0% a/a

GRAN BRETAGNA

* Produzione industriale marzo (10,30) - attesa 0,3% m/m; 0,6% a/a

USA

* Scorte all‘ingrosso marzo (16,00) - attesa 0,5%

* Vendite all‘ingrosso marzo (16,00) - attesa 1,0%

ASTE DI TITOLI DI STATO ITALIA

* Tesoro, asta 5,5 miliardi Bot a 12 mesi (367 gg)

GRAN BRETAGNA

* Asta 2,25 miliardi sterline Titoli di Stato dicembre 2027, cedola 4,25%

OLANDA

* Tesoro, asta 2-2,5 miliardi DSL gennaio 2015, cedola 2,75%

USA

* Tesoro, asta Titoli di Stato a 3 anni (19,00)

BANCHE CENTRALI

SVIZZERA

* A Zurigo banca centrale ospita intervento congiunto Hildebrand e Strauss-Kahn

USA

* A Greensboro intervento Lacker, Fed Richmond (14,30).

ZONA EURO

* A Zurigo intervento Weber su exit strategi in politica finanziaria (16,15).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below