Monetario impegnato in chiusura rob,effetti misure Bce più in là

lunedì 10 maggio 2010 13:06
 

MILANO, 10 maggio (Reuters) - Il mercato monetario è fermo stamattina, impegnato alla chiusura del periodo di mantenimento della riserva obbligatoria, mentre si attende che gli effetti delle nuove misure straordinarie della Bce si vedranno un po' più in là nel tempo.

Se da una parte Unione europea e Fmi hanno varato un pacchetto di aiuti per un valore complessivo di 750 miliardi di euro, dall'altra la Bce ha annunciato altre misure per sostenere i tormentati mercati.

La Bce ha programmato l'acquisto di titoli di stato della zona euro, tramite le singole banche centrali. Inoltre ha detto che riprenderà le operazioni di prestito in dollari a 7 giorni con cadenza settimanale, e ha annunciato un'operazione a 84 giorni. Infine ha reintrodotto alcune di quelle misure di emergenza per sostenere la liquidità che aveva iniziato ad eliminare gradualmente: in particolare terrà le sue prossime due operazioni di finanziamento a tre mesi al tasso fisso, invece che con la prevista asta competitiva e ripristinerà i finanziamenti a sei mesi, offrendo alle banche tutti i fondi che chiedono nell'operazione del 12 maggio al tasso fisso, pari a quello del tasso di rifinanziamento principale.

"Tutte queste misure avranno impatto sul monetario più in là forse, anche se ha già un livello di liquidità abbondante. Per ora gli effetti di distensione sono soprattutto sui mercati obbligazionari e valutari" dice un tesoriere.

Stamane gli spread di rendimento di tutti i paesi periferici contro la Germania si sono ristretti notevolmente, mentre l'euro è risalito oltre quota 1,30 contro il dollaro.

Da notare semmai una stabilizzazione al fixing del tasso euribor a tre mesi stamane (a 0,682 massimo di 4 mesi), mentre il differenziale tra questo tasso e quello dell'Eonia swap di pari scadenza, visto come segnalatore di tensioni tra le controparti, stamane è a 27,8 pb da 26,2 pb venerdì. Tale spread ha iniziato ad allargarsi nuovamente dalla fine di aprile qunado era a 22,4 pb.

"Questo spread dovrebbe ritornare a stringersi quando la situazione si sarà stabilizzata" dice un tesoriere.

"E' presto per avere effetti sul monetario" aggiunge un altro che nota come stamane, "prese probabilmente dalla chiusura rob domani, le banche si scambiano ancora praticamente solo l'overnight".

La chiusura del periodo porta le stesse caratteristiche degli ultimi mesi: abbondanti fondi che verranno drenati dalla Bce domani tramite la consueta operazione di fine tuning, prevista dai tesorieri attorno ai 250-300 miliardi.   Continua...