PUNTO 3-Italia ben posizionata ma ancori attese mercati- Moody's

venerdì 7 maggio 2010 14:58
 

* Italia non in prima linea in crisi debito sovrano

* Correzione conti necessaria molto minore che altrove

* Spesa per interessi rappresenta tallone d'Achille

di Valentina Za

MILANO, 7 maggio (Reuters) - L'Italia ha necessità di ancorare le aspettative di mercato con un piano di consolidamento dei conti credibile, anche se, a differenza di altri paesi, non ha bisogno di correzioni "brutali".

Lo ha detto l'analista di Moody's per l'Italia, Alexander Kockerbeck, parlando a investitori e giornalisti a Milano.

Cruciale per il rating, ha ricordato Kockerbeck, è quella misura di equilibrio tra entrate e uscite statali rappresentata dal saldo primario. Sotto questo aspetto l'Italia si distingue in positivo grazie a un saldo solo lievemente negativo.

Per Moody's l'eredità della crisi globale per l'Europa è la sfida di far scendere il debito pubblico in un contesto di bassa crescita. Da questo punto di vista l'Italia è "vaccinata", essendo riuscita a tenere sotto controllo il rapporto debito/Pil pur con tassi di crescita tradizionalmente anemici.   Continua...