PUNTO 4-Grecia, ok decreto. Berlusconi: da Ue misure concrete

venerdì 7 maggio 2010 19:56
 

(Aggiunge dichiarazioni Berlusconi a Bruxelles in paragrafo 6)

di Giuseppe Fonte e Francesca Piscioneri

ROMA, 7 maggio (Reuters) - Il governo ha approvato il decreto legge che consente all'Italia di partecipare con un quota di 14,8 miliardi in tre anni agli aiuti finanziari per complessivi 110 miliardi di euro decisi da Ue e Fmi a favore della Grecia, investita da una crisi del debito.

Fonti governative riferiscono che per il primo anno la linea di credito messa a disposizione dall'Italia è di 5,6 miliardi di euro.

Il Consiglio dei ministri è iniziato con quasi un'ora e mezza di ritardo perchè il ministro dell'Economia Giulio Tremonti - che alle 13,30 ha partecipato a una conference call con gli altri ministri del G7 sul piano pro Atene - ha illustrato i contenuti del provvedimento preventivamente a Silvio Berlusconi, che stasera partecipa con gli altri capi di governo a un vertice dell'eurogruppo a Bruxelles.

Dei contenuti del summit, che deve formalizzare il meccanismo di intervento finanziario predisposto dai ministri delle Finanze dell'Eurogruppo, Berlusconi ha parlato anche con il presidente della Repubblica francese Nicolas Sarkozy registrando convergenza di vedute, come riferito sia dall'Eliseo che da Palazzo Chigi.

"L'obiettivo del governo italiano è quello di raggiungere una soluzione comune e condivisa, in grado di mettere l'Europa nelle condizioni migliori per fronteggiare la crisi", ha detto in mattinata il premier in una nota.

Poi, prima del vertice nella capitale belga Berlusconi ha fatto sapere di volere dal vertice "misure chiare e concrete perchè non è più tempo di lanciare messaggi di buone intenzioni".   Continua...