PUNTO 2 - Tesoro, manovra 2011-12 sale a 1,6 punti, Pil 2010 +1%

giovedì 6 maggio 2010 18:02
 

* Tesoro continua a escludere manovra netta in 2010

* In 2011-2012 sale correzione, 0,8 punti all'anno

(Riscrive, accorpa pezzi, aggiunge altri dettagli da Ruef)

ROMA, 6 maggio (Reuters) - Vale 1,6 punti di Pil la manovra correttiva che il governo dovrà mettere a punto tra 2011 e 2012 per rispettare l'impegno con l'Unione europea e portare l'indebitamento netto sotto al 3% del Pil entro il 2012.

Lo scrive il ministero dell'Economia nella Relazione unificata sull'economia e la finanza pubblica (Ruef), che aggiorna il quadro macroeconomico e le stime sui saldi di finanza pubblica.

"Il governo intende mantenere gli impegni assunti in sede europea confermando il percorso di consolidamento finanziario", scrive il Tesoro nella relazione, confermando gli obiettivi di indebitamento netto pari al 5% del Pil nel 2010, al 3,9% nel 2011 e al 2,7% nel 2012.

A fronte degli impegni con Bruxelles, il governo riduce però le stime di crescita. Rispetto alle previsioni di fine gennaio indicate nel programma di stabilità, ora il Pil cala lievemente da +1,1 a +1% nel 2010, ma si riduce di mezzo punto all'1,5% nel 2011. Il governo mantiene costante solo la previsione per il 2012, che ammonta a una crescita del 2%.   Continua...