May 6, 2010 / 10:50 AM / 7 years ago

Monetario segna eccesso liquidità, attese dichiarazioni Trichet

3 IN. DI LETTURA

MILANO, 6 maggio (Reuters) - Sul mercato monetario l'eccesso di liquidità, presente nel sistema in maniera progressivamente significativa, fa sì che non si evidenzi alcuna tensione a breve.

Il mercato non nasconde però le preoccupazioni relative ai singoli stati e aspetta le dichiarazioni del presidente della Bce Jean-Claude Trichet alla conferenza stampa di oggi.

"Parlerà certamente della situazione, che ormai non riguarda più soltanto la Grecia" dice un tesoriere.

In un report diffuso stamane, Jp Morgan evidenzia che gli scambi sul mercato interbancario passano prevalentemente attraverso il clearing centrale piuttosto che venir realizzati in modo bilaterale, questo per via dei timori sul rischio di controparte.

"In Germania e Francia, ad esempio, il clearing centrale ammonta all'80-90% del mercato. Stimiamo che per l'Italia il 60% sia legato al clearing centrale. In Spagna e Grecia il clearing centrale è molto limitato" si legge nella nota.

Gli analisti vedono uno stress limitato, ma una certa tensione potrebbe arrivare dalle aste di debito sovrano che rischiano di innescare una perdita di fiducia e congelare l'interbancario.

In questo caso la Bce potrebbe reintrodurre operazioni di rifinanziamento a lungo termine; acquistare titoli di stato; iniettare maggiore capitale nelle banche dei governi finalizzata all'acquisto di debito sovrano; offrire pacchetti di finanziamento a Portogallo, Irlanda e Spagna.

Depositi in Crescita

L'abbondante liquidità, sempre più abbondante, continua ad essere depositata presso la Bce, per un ammontare ieri di 269 miliardi.

I depositi overnight remunerati allo 0,25% sono risultati nella seduta di ieri a 288,019 miliardi di euro da 268,670 miliardi di euro della seduta precedente, secondo le statistiche quotidiane della Bce aggiornate questa mattina ECB40. Si sono invece relativamente ridotti i prestiti marginali all'1,75%, ammontati a 1,304 miliardi da 2,409 miliardi di euro della seduta precedente.

L'Euribor a 3 mesi al fixing londinese di oggi, si è attestato a un nuovo massimo da tre mesi e mezzo, a 0,677% da 0,672% di ieri.

Tra i futures Euribor la scadenza giungo FEIM0 tratta a 99,175 (+0,015), settembre FEIU0 a 99,115 (+0,045), dicembre FEIZ0 a 99,050 (+0,025).

Alle 12,15 circa l'overnight su Mid viaggia a quota 0,26/29&.

Altri dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below