Italia non prevede di coinvolgere banche in aiuti a Grecia-fonte

mercoledì 5 maggio 2010 11:38
 

ROMA, 5 maggio (Reuters) - Il governo italiano non ha in programma di coinvolgere le banche private nel piano di aiuti da 110 miliardi di euro concordato a livello dell'Eurogruppo in favore della Grecia.

E' quanto riferisce una fonte del Tesoro dopo che alcuni giornali avevano ipotizzato che le maggiori banche potessero contribuire ad anticipare parte degli aiuti sottoscrivendo speciali obbligazioni garantite da via XX settembre.

"Non c'è alcuna ipotesi di coinvolgimento delle banche italiane", ha detto la fonte a Reuters.

L'intervento dell'Italia, che può raggiungere i 14,7 miliardi di euro circa nei tre anni del piano, avverrà "attraverso un loan, una linea di credito alle condizioni concordate a livello europeo, che verrà finanziata con le disponibilità di tesoreria".

"Queste disponibilità verranno via via ricostituite. Il calendario delle emissioni non verrà modificato mentre gli importi varieranno a seconda dell'assorbimento della Grecia. Forniamo uno strumento flessibile", ha detto ancora la fonte.