Bioera ristrutturerà debito, confida in concordato preventivo

mercoledì 5 maggio 2010 10:27
 

MILANO, 5 maggio (Reuters) - Nonostante la no opinion sul bilancio da parte della società di revisione e il parere negativo dei sindaci sui conti, Bioera (BIE.MI: Quotazione) ritiene di poter valutare la continuità aziendale confidando su un processo in atto di ristrutturazione del debito.

Una ristrutturazione che dovrebbe passare attraverso il concordato preventivo, "l'ipotesi maggiormente concordata e suggerita dagli advisor della società", secondo un comunicato emesso ieri sera al termine dell'assemblea di bilancio che ha approvato i conti del passato esercizio.

I dettagli del piano verranno resi noti prima della prossima assemblea straordinaria, convocata il 31 maggio in prima e il 7 giugno in seconda, "dove gli azionisti verranno chiamati a decidere sulle linee guida del processo di liquidazione, che dovrà essere coerente con il processo di ristrutturazione in atto".

A fine aprile la società di revisione contabile Mazars ha reso noto di non essere in grado di esprimere un giudizio sul bilancio d'esercizio e consolidato di Bioera, società controllata dalla famiglia Burani, per la mancanza di appropriati presupposti sulla continuità aziendale.

Il 2009 si è chiuso con una perdita netta di circa 27,7 milioni di euro, un patrimonio netto contabile negativo per circa 13 milioni e un indebitamento finanziario netto di circa 37,2 milioni.

Il titolo Bioera è sospeso dalle negoziazioni di borsa a tempo indeterminato dallo scorso 16 aprile.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato in forma integrale cliccando su [ID:nBIA04320].