Grecia, banche cedono oltre il 4% su outlook negativo

martedì 4 maggio 2010 11:04
 

ATENE, 4 maggio (Reuters) - L'indice di settore delle banche greche arretra del 4,37% per i rinnovati timori sull'outlook economico negativo per la repubblica ellenica, strozzata dal debito, e dall'impatto che le misure di austerità avranno sul settore.

"La pressione a vendere è ripresa oggi nonostante la mossa della Bce di sospendere la regola [il requisito di rating minimo] sui collaterali per il debito greco abbia eliminato il rischio di una stretta di liquidità", ha detto l'analista Nikos Galousis di Kappa Securities. "Le prospettive macroeconomiche della Grecia avranno un impatto negativo sulla profittabilità" del settore.

Il governatore della banca centrale greca George Provopoulos ha detto ieri sera tardi che l'economia del paese vedrà una contrazione di circa il 4% quest'anno, con i morsi della recessione che più forti di quanto stimato a causa del taglio di stipendi del settore pubblico e pensioni.

Nella giornata di oggi inoltre prima una fonte del governo tedesco ha detto che le necessità di capitale di Atene superano i 110 miliardi del pacchetto di aiuti deciso domenica dall'Eurogruppo con l'Fmi.

Successivamente il dirigente dell'agenzia di rating Moody's Tom Byrne ha detto in un'intervista a Reuters che il pacchetto di aiuti finanziari non segna la soluzione finale della crisi di bilancio greca e che il punto è se Atene riuscirà a risanare i conti e a mantenere la propria coesione sociale.