PUNTO 3 - Intesa, Siniscalco non disponibile, critica C.Sanpaolo

giovedì 29 aprile 2010 18:51
 

(aggiunge dichiarazioni Chiamparino, background)

ROMA/MILANO, 29 aprile (Reuters) - Domenico Siniscalco dice a Reuters di avere ritirato la disponibilità a presiedere il consiglio di gestione di Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione), specificando che la decisione è assunta "in polemica con la Compagnia di Sanpaolo".

In una successiva nota, il presidente di Assogestioni ed ex ministro del Tesoro aggiunge che "la decisione è in polemica con la Compagnia di San Paolo, che, in due settimane, non è neppure riuscita a formulare una candidatura univoca per il ruolo che pure gli era stato proposto".

La nota si conclude con i ringraziamenti al sindaco di Torino e a tutti gli azionisti che hanno manifestato apprezzamento.

Lo scorso 14 aprile, la Compagnia Sanpaolo, primo azionista di Intesa, alla fine di una contrastata riunione aveva indicato Andrea Beltratti e Siniscalco come nomi che il presidente Angelo Benessia doveva proporre per il consiglio di gestione, mettendo da parte il presidente uscente Enrico Salza.

Alcuni quotidiani oggi hanno pubblicato i verbali della riunione del 14 aprile, da cui emerge che Beltratti aveva ottenuto più voti di Siniscalco.

Beltratti, interpellato telefonicamente da Reuters a ridosso della nota di Siniscalco, conferma la disponibilità a un incarico nel consiglio di gestione.

"Da parte mia rimane la disponibilità a un incarico nel consiglio di gestione di Intesa Sanpaolo. Ero stato onorato della richiesta che mi è stata fatta e da allora la mia posizione non è cambiata", spiega Beltratti.   Continua...