Monetario, liquidità ampia, verso scavallo fine mese tranquillo

giovedì 29 aprile 2010 12:14
 

MILANO, 29 aprile (Reuters) - Mercato monetario disteso in vista della chiusura del mese, con domani ultima seduta di aprile.

"Ci avviamo allo scavallo di fine mese in tranquillità, nel breve la situazione è priva di tensione" spiega un tesoriere, che stima un eccesso di fondi nel sistema pari a oltre 340 miliardi di euro.

"Certo, gli occhi sono tutti puntati sulla crisi greca e sui suoi sviluppi, ma sulla parte brevissima della curva gli effetti sono praticamente nulli, la liquidità è talmente abbondante da annegare per ora ogni problema".

Al quindicesimo giorno del periodo di riserva obbligatoria i numeri neri del settore bancario risultano pari a circa 492 miliardi di euro.

Attorno alle 12,00, sulla piattaforma Mid, il tasso overnight tratta tra lo 0,27% e lo 0,31%, a fronte di un Eonia fissato ieri pomeriggio allo 0,347% dallo 0,346%.

Si confermano di pari passo su livelli alquanto sostenuti i fondi marginali depositati dalle banche di eurozona in Bce, seppur in lieve calo ieri sera: 221,7 miliardi di euro, contro i 229,5 miliardi della seduta precedente.

Resta invece un po' di volatilità sul fronte dei prestiti marginali, risaliti ieri sera a 272 milioni di euro, dai 42 milioni di martedì e dopo i 781 milioni di lunedì.

"Mi aspetto ancora qualcosina sul fronte dei depositi, credo che tra il weekend e l'inizio della prossima settimana arriveremo sui 240-250 miliardi", prosegue il tesoriere.

Fixing ancora al rialzo per l'Euribor a tre mesi, arrivato stamane allo 0,659% dallo 0,654% di ieri. Lo spread tra Euribor ad Eonia swap sulla scadenza trimestrale (stamane in rialzo allo 0,435%) stringe a 20,6 punti base dai 23,7 di ieri.   Continua...