Italia, Istat conferma: deficit 2009 5,3%, debito 115,8%

giovedì 22 aprile 2010 11:44
 

ROMA, 22 aprile (Reuters) - Nella notifica all'Unione europea dei saldi di finanza pubblica, l'Istat conferma che l'Italia ha chiuso il 2009 con un indebitamento netto in rapporto al Pil pari al 5,3%, in crescita dal 2,7% del 2008.

Il debito pubblico è risultato pari a 1.760.765 milioni di euro, il 115,8% del Pil.

"Rispetto al 2008 il rapporto tra il debito e il Pil è aumentato di 9,7 punti percentuali", sottolinea l'Istat.

La spesa per interessi, che considera l'impatto delle operazioni di swap , è stata pari a 71.288 milioni di euro, (4,7 per cento del Pil), "valore più basso rispetto ai due anni precedenti".

Il saldo primario (indebitamento netto meno la spesa per interessi) è risultato negativo e pari allo 0,6 per cento del Pil, in peggioramento rispetto al 2008 di circa tre punti percentuali.

Secondo le ultime previsioni del governo, per il 2010 l'indebitamento netto e il saldo primario dovrebbero collocarsi rispettivamente al 5,0 e a -0,1 per cento del Pil, mentre il debito aumenterebbe al 116,9 per cento del Pil (vedi prospetto 1 e figure 1 e 2).