Monetario disteso, liquidità congela brevi, lieve calo depositi

mercoledì 21 aprile 2010 12:31
 

MILANO, 21 aprile (Reuters) - Procedono tranquilli gli scambi sull'interbancario, in cui l'eccesso di fondi di fatto "paralizza" la parte brevissima della curva sul livello dei depositi marginali di 0,25%.

I tesorieri ritengono che l'abbondanza di fondi permarrà almeno fino ai primi di luglio, con il rientro dell'ultimo rifinanziamento extra-lungo dell'istituto centrale di Francoforte.

Del tutto trascurabile se non addirittura nullo l'effetto sui tassi a breve degli sviluppi dalla Grecia, al contrario di quanto vale per il secondario e soprattutto per i derivati sul rischio default, balzati al nuovo record di tutti i tempi come il differenziale Grecia/Germania che ha superato i cinque punti percentuali pieni.

"Quello che le notizie da Atene possono influenzare sono unicamente le aspettive di medio-lungo termine in tema di politica monetaria, facendo ulteriormente slittare nel tempo la prospettiva di una prima stretta sui tassi" spiega l'operatore di una tesoreria.

Le statistiche quotidiane Bce mostrano intanto un calo di circa sei miliardi nel ricorso ai depositi allo 0,25% nella sessione di ieri, in cui l'Eurotower ha sostanzialmente rinnovato l'importo in scadenza dell'asta a sette giorni a valuta su oggi.

In termini di flussi, spiega il tesoriere, la sessione odierna vedrà una distruzione di circa 10 miliardi legata ai riversamenti fiscali italiani, che non necessariamante però equivarrà a un calo del saldo di tale importo in ragione dell'incognita depositi/prestiti marginali.

L'eccesso di fondi a disposizione delle banche commerciali dei sedici paesi euro resta intanto intorno ai 300 miliardi.

Invariato da ieri il tasso Euribor trimestrale, a quota 0,642% in occasione del fix londinese: la differenza sull'analoga scadenza Eonia va dunque indicata a 24,6 punti base, livello che conferma come il mercato sia in fase di relativa normalizzazione.

Segni prevalentemente positivi sulla strip Euribor: il futures giugno FEIM0 è fermo a 99,29, settembre FEIU0 risale di 1 tick a 99,20 come dicembre FEIZ0 a 98,98.   Continua...