MONETARIO - Cosa succede oggi lunedì 31 maggio

lunedì 31 maggio 2010 07:45
 

* Giornata decisiva ieri per la manovra economica: dopo che Giorgio Napolitano ha chiesto chiarimenti al governo circa la sostenibilità giuridica e istituzionale del provvedimento, il governo ha inviato ier le correzioni. Oggi Napolitano firmerà il decreto. In un'intervista a Il corriere di oggi, Tremonti dice che con il Quirinale "c'è solo qualche dettaglio tecnico".

In generale il ministro delle Finanze dice che l'obiettivo principale per la zona euro è la stabilità intesa ora, a differenza di prima, come "stabilità finanziaria, condizione stessa di esistenza dell'euro e dell'Europa". E ciò "lo impone dall'esterno la forza drammatica e ancora dominnate dell'economia di carta".

* Mercati chiusi per festività oggi in Gran Bretagna e Usa.

* A Roma assemblea annuale della Banca d'Italia. Nelle sue 'considerazioni finali' il governatore Draghi darà la visione dell'istituto sul quadro economico, finanziario e monetario generale, passando poi all'analisi della situazione italiana, alla luce anche della recente manovra correttiva per il 2011 e il 2012 varata dal governo. Particolarmente rilevante sarà il passaggio sulla situazione e sulle eventuali criticità del settore bancario nazionale.

* In un clima che nell'area euro resta fortemente condizionato dall'incertezza sulla sostenibilità del debito, sulle prospettive di crescita, sulla stabilità del settore bancario e sugli scenari di regolamentazione dei mercati finanziari, è prevista anche per oggi un'ampia serie di interventi di esponenti della Bce a cominciare dal presidente Trichet. Oggi Francoforte pubblica anche il suo 'Financial Stability Report' annuale, mentre la vicepresidenza dell'istituto passa ufficialmente dal greco Papademos al portoghese Constancio.

* Sul fronte del mercato primario in programma oggi pomeriggio la riapertura dei titoli offerti nelle ultime aste italiane a medio-lungo termine. Il Tesoro ha collocato venerdì scorso complessivamente quasi 9,3 miliardi di euro di Btp sulle scadenze a 3 e 10 anni e di Cct al 2017.   Continua...