PUNTO1-Ue potrebbe autorizzare aiuti statali per compagnie aeree

lunedì 19 aprile 2010 12:55
 

(aggiunge dichiarazioni portavoce Commissione Europea da paragrafo sesto)

BRUXELLES, 19 aprile (Reuters) - La Commissione europea potrebbe autorizzare i paesi membri della Ue a fornire aiuti alle compagnie aeree colpite da una drastica riduzione dei propri fatturati a causa dello stop prolungato al traffico aereo in Europa, conseguenza della nube provocata dall'eruzione del vulcano in Islanda.

Lo ha dichiarato il commissario alla Concorrenza Joaquin Almunia nel corso di una conferenza.

"Se i paesi membri decidessero di aiutare con aiuti di stato e garantire le condizioni per ricevere un aiuto dallo stato non sarebbe discriminante. Siamo pronti a ragionare in un simile scenario dopo l'11 settembre", ha spiegato Almunia.

Giovanni Bisignani, direttore generale dell'Associazione internazionale del trasporto aereo (Iata), ha dichiarato in una conferenza stampa che le perdite delle compagnie aeree raggiungono ormai i 250 milioni di dollari al giorno.

L'impatto economico dell'eruzione del vulcano sul trasporto aereo, secondo la Iata, sarà più grave di quello seguito agli attentati terroristici dell'11 settembre.

Il settore aereo al momento non ha presentato richiesta di indennizzo per la percentuale di fatturato persa a causa della crisi, ha riferito una portavoce della Commissione europea ai giornalisti.

Qualsiasi richiesta di aiuto proveniente dai governi Ue per le compagnie aeree, ha aggiunto, deve comunque essere proporzionata al danno provocato dalla nube.