Monetario, cash fermo, atteso aumento depositi, lima Euribor 3m

lunedì 19 aprile 2010 12:14
 

MILANO, 19 aprile (Reuters) - Si apre nel segno della distensione sullo sfondo di una liquidità abbondante la nuova settimana sull'interbancario.

Sostanzialmente immobili viaggiano i depositi a brevissimo sul mercato al contante, mentre nel rispetto delle attese dei tesorieri vede un marcato incremento - quasi 40 miliardi di euro - il ricorso ai depositi marginali remunerati dalla Bce a 0,25%.

In calo di un millesimo rispetto al fixing londinese di venerdì il tasso Euribor a tre mesi, passato a 0,643% dopo quattro sedute consecutive di immobilismo a 0,644%.

"Non si tratta certo di un'inversione di tendenza quanto piuttosto magari di qualche arrotondamento" spiega l'operatore di una tesoreria.

"Ampiamente previsto anche il netto accumulo dei depositi marginali, considerato che nel corso del nuovo mese di riserva partito soltanto mercoledì scorso il sistema ha già raggiunto circa 346 miliardi di euro di numeri neri" aggiunge.

Le statistiche relative alla seduta di venerdì evidenziano dunque la prevista risalita dei depositi marginali presso la Bce, passati a 171,115 da 132,661 miliardi della seduta precedente. Sostanzialmente azzerati i prestiti overnight, pari a un singolo milione dai 70 milioni di giovedì.

Atteso intanto nel primo pomeriggio il tradizionale annuncio del rifinanziamanto a sette giorni in agenda domani, insieme alla relativa stima benchmark e a quella sui fattori autonomi per le prossime sedute.

In scadenza mercoledì, giorno di valuta dell'asta di domani, poco oltre 70 miliardi, ammontare che secondo gli addetti ai lavori dovrebbe essere sostanzialmente rinnovato.

Intorno alle 12 sulla piattaforma telematica del Mid il deposito overnight vale circa 0,27%, non distante dalla media Eonia di venerdì fissata a 0,334% da 0,338% di giovedì.   Continua...