Monetario disteso, fondi abbondanti e tassi brevi in range

venerdì 16 aprile 2010 12:17
 

MILANO, 16 aprile (Reuters) - Situazione perfettamente distesa sull'interbancario intorno a metà seduta: l'abbondanza dei fondi a disposizione delle banche commerciali dei sedici paesi euro appare già evidente nelle primissime seduta del mese di mantenimento e tende a comprimere i tassi.

"Il copione è identico a quello delle ultime sedute: se qualche novità dovesse emergere sarà dagli sviluppi della saga greca su cui restano però ancora ampie zone grigie" commentano da una tesoreria.

"Difficilmente però la situazione si dovrebbe chiarire prima di lunedì, considerato che l'Ecofin informale di Madrid si chiude domani e lunedì parte per Atene la missione di Bce, Commissione e Fondo monetario" aggiunge l'operatrice.

In ragione della consueta elevata liquidità e delle numerose incognite che ancora sovrastano il dossier greco il mercato interbancario rimane così "congelato in orizzontale", con il tasso overnight schiacciato poco oltre il livello dei depositi Bce.

Le statistiche relative alla seduta di ieri parlano intanto della prevista leggera risalita dei depositi marginali presso la Bce remunerati a 0,25%, passati a 132,661 miliardi dai 113,66 miliardi di mercoledì. Lieve discesa invece dei prestiti overnight da 98 a 70 milioni.

Incollato a 0,644% il tasso Euribor trimestrale in occasione del fix londinese ormai per la quarta seduta consecutiva: 25,2 centesimi separano il livello dall'equivalente contratto Eonia, a segnale di un mercato che va lentamente ma progressivamente correggendo rispetto agli eccessi visti nel pieno della crisi finanziaria.

Poco dopo le 12 sulla piattaforma telematica del Mid il deposito overnight vale 0,26/27%, non distante dalla media Eonia di ieri fissata a 0,338% da 0,337% di mercoledì.

Un ultimo sguardo ai derivati sulla curva Euribor mostra la prevalenza di variazioni leggermente positive: risale di 5 millesimi il futures giugno a quota 99,28, di un centesimo settembre a 99,11 e di 15 millesimi dicembre a 98,925.

Altri dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.