Rehn esclude default Grecia, crede in impegno Germania su aiuti

giovedì 15 aprile 2010 09:58
 

BRUXELLES, 15 aprile (Reuters) - Il Commissario Ue agli Affari economici Olli Rehn si è detto certo che la Grecia non andrà in default sul debito e che la Germania sia pronta a fare la sua parte nonostante la possibile azione legale interna.

Alcuni docenti universitari tedeschi hanno minacciato di rivolgersi alla corte costituzionale per ostacolare il coinvolgimento di Berlino in un pacchetto di aiuti europei alla Grecia da 30 miliardi di euro.

"Non ho ragione di dubitare dell'impegno tedesco se dovesse rendersi necessario e se dovesse giungere una richiesta di aiuto", ha affermato Rehn.

Berlino dovrebbe contribuire al pacchetto con circa 8,4 miliardi di euro. Ai 30 miliardi della zona euro si aggiungerebbero 15 miliardi del Fondo monetario per un totale di 45 miliardi circa.

Il Commissario Ue ha escluso con forza la possibilità di un default greco.

"Non ci sarà alcun default", ha tagliato corto Rehn.