PUNTO 1 - Grecia, altri 360 milioni su aste a breve, a 1,56 mld

martedì 13 aprile 2010 12:25
 

(Aggiunge offerte addizionali accettate e commenti operatori)

ATENE, 13 aprile (Reuters) - La Grecia ha accettato ulteriori 360 milioni di euro di offerte non competititve sulle aste di titoli a breve di questa mattina (a sei e dodici mesi), portando il totale del collocamento a 1,56 miliardi di euro.

Lo ha comunicato la Pdma, l'agenzia del debito greca.

Quella di oggi è stata la prima emissione greca dall'annuncio, nel fine settimana, dei dettagli del piano di sostegno finanziario congiunto Europa-Fmi a favore di Atene.

L'asta ha avuto una buona copertura, ma l'emittente ha dovuto concedere rendimenti più elevati.

"La domanda è stata sensazionalmente alta. I rendimenti, comparati con quelli che si potevano vedere sul mercato secondario, sono stati bassi ma, lo stesso, attraenti per gli investitori" commenta Kornelius Purps di Unicredit.

Nell'asta di titoli a 52 settimane il rendimento è stato fissato al 4,85%, dal 2,20% della precednete emissione del 12 gennaio. La domanda è stata pari a 6,5 volte l'offerta, contro un precedente rapporto di 3,05.

Nell'asta di titoli a 26 settimane il rendimento è risultato del 4,55% da 1,38% di gennaio. Il rapporto domanda/offerta a 7,7, dal precedente 4,87%.

"L'asta ha avuto successo, con forti sottoscrizioni e questo alleggerisce senz'altro le tensioni. Certo, i rendimenti di mercato restano molto alti, soprattutto sulla parte lunga della curva, anche per gli standard recenti" spiega Ben May di Capital Economics.