MONETARIO - Cosa succede oggi martedì 13 aprile

martedì 13 aprile 2010 07:39
 

* Si attende da Francia e Germania il dato finale sui prezzi al consumo di marzo, giovedì tocca alla Spagna e venerdì sarà la volta dell'Italia. Il 16 si pubblicherà anche il dato finale sull'inflazione di marzo della zona euro. Giovedì scorso, in occasione della conferenza stampa dopo la riunione Bce in cui si è deciso di lasciare i tassi fermi all'1%, Trichet ha detto che le attese d'inflazione restano "stabilmente ancorate" con rischi "sostanzialmente bilanciati".

* Passando al dossier Grecia, da un calcolo Reuters di ieri emerge che il contributo dell'Italia al pacchetto d'emergenza da 30 miliardi di euro potrebbe essere nell'ordine di grandezza dei 5,5 miliardi [ID:nLDE3B1Q2]. L'intesa tra paesi euro è stata intanto accolta ieri da una brusca discesa dei rendimenti nell'asta a dodici mesi, mentre secondo fonti del ministero delle Finanze greco intorno a fine mese partirà il roadshow negli Stati Uniti volto a promuovere un'emissione denominata in dollari.

* Il greggio ha registra la quinta seduta consecutiva di declino sulle attese di un ulteriore rialzo delle scorte, sarebbe l'undicesimo rialzo consecutivo. Il futures a maggio sul greggio leggero Usa è sceso sotto gli 84 dollari al barile e alle 7,20 circa vale 83,96 dollari con un calo di 38 centesimi, mentre la stessa scadenza sul Brent cede 19 centesimi a 84,58 dollari al barile.

* I titoli del Tesoro Usa hanno registrato un rialzo a fine seduta sulle tensioni legate all'attesa dei risultati societari che, secondo alcune notizie, potrebbero deludere Wall Street. A sollecitare i Treasuries anche la pausa nelle emissioni obbligazionarie. Il titolo di riferimento a 2 anni ha chiuso ieri con un rialzo di 2/32 e un rendimento a 1,040%, mentre il decennale è salito di 11/32 per rendere 3,843% e il trentennale di 20/32 con tasso a 4,699%.

DATI MACROECONOMICI

FRANCIA   Continua...