Riforme, non esistono alibi, si parte dal fisco - Tremonti

venerdì 9 aprile 2010 20:07
 

PARMA, 9 aprile (Reuters) - Non esistono alibi per non fare le riforme a partire dalla più importante tra tutte, ovvero quella fiscale, definita la riforma delle riforme e che avrà un'alta intensità politica.

Lo ha detto il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, intervenendo al forum di Confindustria.

"Nel quadrante dell'economia la riforma delle riforme è la riforma fiscale", ha detto il ministro, specificando che verranno lanciati "prima di tutto i lavori per un Libro Bianco, aperto per avere l'inventario responsabile e trasparente delle varie opzioni possibili".

La riforma, per il Tremonti, non sarà una riforma "platonica", ma ad alta intensità politica.

"Per le riforme la crisi non è né un alibi per non farle, né di per sé solo una spinta a farle. [...] Per l'Italia le riforme sono in assoluto una necessità storica. Una necessità che avremmo anche senza crisi", ha detto Tremonti, aggiungendo che "l'Italia è l'unico paese europeo che pianifica le riforme strutturali".

Tremonti sottolinea comunque come procedere per fare le riforme: da soli "non andiamo da nessuna parte, anzi rischiamo di andare indietro. Per questo chiederemo a tanti di fare un piccolo passo indietro, per fare tutti insieme un passo avanti nella stessa comune direzione. [...] non possiamo affrontare le crescenti sfide esterne con una permanente anarchia interna".

"In ogni caso non si può andare avanti con un sistema in cui crescono di più le liti che il prodotto interno lordo", ha concluso Tremonti.