Grecia,rischi taglio rating in caso alti costi finanziamento-S&P

giovedì 8 aprile 2010 15:54
 

ATENE, 8 aprile (Reuters) - La Grecia è a rischio di un ulteriore abbassamento del rating da parte di S&P se persistono gli elevati costi di finanziamento e se il governo non rispetta il programma di taglio del debito.

Lo dichiara in un'intervista a Reuters l'analista dell'agenzia di rating per la Grecia, Marko Mrsnik, che esclude, però, un elevato rischio di default del paese.

"No, all'attuale livello di rating (BBB+), il rischio di default è ancora molto basso", ha detto l'analista.

Secondo Mrsnik il rating sovrano della Grecia dipende dalla piena realizzazione del programma di austerità e dal fatto che il trend di crescita del paese sia abbastanza solido da sostenere gli sforzi di consolidamento.

"Comunque, se gli elevati costi di finanziamento persistono e se la conseguente deviazione dal percorso di consolidamento non viene risolta, questo secondo noi potrebbe ritardare il cambio di rotta del governo sul debito e comportare a rating più bassi", ha spiegato al telefono l'analista.

S&P ha confermato lo scorso mese il rating sulla Grecia a BBB+ ma ha avvertito che il paese rimane a rischio di downgrade nel giro di 18-24 mesi se il governo non riesce a realizzare il programma di riduzione del debito.