PUNTO 1 - Bce conferma tassi a 1%, vede crescita ma disomogenea

giovedì 8 aprile 2010 14:57
 

FRANCOFORTE, 8 aprile (Reuters) - La ripresa economica nella zona euro sarà quest'anno, nella migliore delle ipotesi, moderata e disomogena.

Lo ha detto il presidente della Banca centrale europea Jean-Claude Trichet nel corso della conferenza stampa seguita alla decisione odierna dell'istituto centrale di lasciare invariati i tassi di riferimento, in linea con le previsioni di tutti gli economisti sentiti da Reuters.

"Il Consiglio direttivo si aspetta che l'economia dell'area euro si espanda ad un tasso moderato nel 2010, in un contesto di incertezza e con un sentiero di crescita che potrebbe risultare disomogeneo" ha affermato Trichet.

Sul fronte dei prezzi, secondo il numero uno della Bce "l'analisi monetaria conferma la valutazione che vede basse pressioni inflazionistiche nel medio termine".

Il costo del denaro nei sedici paesi Ue è dunque rimasto stabile sull'attuale minimo record dell'1%, livello raggiunto lo socrso maggio. Invariati anche i tassi su depositi e prestiti overnight, rispettivamente a 0,25% e 1,75%.

Il consensus raccolto in questo momento da Reuters sul mercato indica ancora tassi fermi all'1% fino a fine anno e in rialzo a 1,25% nel primo trimestre 2011.