MONETARIO - Cosa succede oggi giovedì 8 aprile

giovedì 8 aprile 2010 07:49
 

* Appuntamento clou per la sessione odierna il consiglio mensile Bce chiamato al verdetto sui tassi. Al di là della prevedibile conferma del costo del denaro, l'elemento cui mercato e analisti guardano con maggiore attenzione sono le possibili novità sul fronte del collaterale che l'istituto centrale accetta in cambio di liquidità. I commenti del banchiere centrale saranno molto probabilmente dedicati anche alla situazione greca, mentre scarse novità dovrebbero emergere dal lato dell'analisi macro su crescita e inflazione

* Nel duplice intervento di ieri Ben Bernanke ha detto che gli Usa devono riportare il deficit sotto controllo definendolo "troppo ampio". Il presidente della Fed ha inoltre dichiarato che l'economia Usa deve ancora affrontare significative avversità e non è apparso ansioso di elevare presto i tassi d'interesse, definendo l'inflazione "ben sotto controllo". In particolare, il presidente dell'autorità monetaria ha espresso preoccupazione circa la mancanza di una ripresa convincente nel mercato immobiliare e un tasso di disoccupazione che non accenna a diminuire.

* Oggi la commissione Economia del parlamento greco discuterà la nuova legge sulla tassazione e, proprio in relazione alla Grecia, gli analisti si aspettano che la Bce faccia oggi la sua parte per sostenere il paese stretto nella morsa del debito e dare forma a nuove regole sul credito.

* Delude il dato sugli ordini di macchinari giapponesi che a livello 'core' mostrano per febbraio un calo del 5,4% contro attese per un incremento di 3,7% e dopo che in gennaio gli ordini erano scesi del 3,7%.

* Un improvviso rialzo dello yuan danneggerebbe l'economia mondiale e i consumatori Usa. È l'opinione di Xia Bin, membro del comitato di politica monetaria della banca centrale cinese. Xia ha pronosticato che in una decina d'anni la divisa cinese potrebbe essere detenuta da alcune banche centrali come riserva valutaria, ma in piccole quantità. Secondo Xia inoltre lo yuan nel giro di qualche anno dovrebbe essere ancorato ad un paniere di valute trattate sul mercato.   Continua...