Grecia, giusto coinvolgere Fmi in accordo con Ue - Tremonti

venerdì 26 marzo 2010 17:41
 

ROMA, 26 marzo (Reuters) - Coinvolgere il Fondo monetario internazionale per gestire la crisi greca è stato giusto, dice il ministro dell'Economia Giulio Tremonti.

"Io credo che alla fine sia stata una cosa giusta e saggia", ha detto Tremonti commentando l'esito del Consiglio europeo di ieri a Bruxelles.

Tremonti ha sottolineato che l'Unione europea, come somma di Paesi, ha la maggioranza delle quote in seno al Fondo, che è stato peraltro recentemente ricapitalizzato dagli Stati aderenti.

"Aumentare le quote senza poi utilizzare le risorse sarebbe come stipulare un'assicurazione e concedere il premio a terzi", ha detto il ministro del Tesoro.

Analizzando la crisi, Tremonti ha detto che ora le principali economie del mondo stanno vivendo una fase nuova poiché gli Stati hanno rilevato le passività delle banche per evitare che fallissero e ora si trovano a gestire "debito marcio".

"La nostra prospettiva è che i governi riescano a gestire questa seconda fase della crisi", ha detto Tremonti spiegando che la crisi non è ancora finita.

"Credo che sulla Grecia abbiamo fatto bene. Ieri è andata bene, domani speriamo", ha concluso.

Sul comportamento della Germania nella trattativa ha detto: "La Germania ha detto: noi abbiamo dato. In Europa tutti hanno dato e tutti hanno preso".