PUNTO 1-Grecia, default potrebbe far calare euro 10% -Berlusconi

venerdì 26 marzo 2010 10:41
 

ROMA, 26 marzo (Reuters) - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha detto ieri sera ai giornalisti a Bruxelles che un fallimento della Grecia avrebbe portato l'euro a perdere il 10% contro il dollaro ed è dunque giusto che i leader europei si siano impegnati ad aiutare finanziariamente Atene.

"Sono somme che si devono assolutamente spendere anche perchè un fallimento della Grecia comporterebbe una perdita di valore dell'euro ben superiore a qualunque cifra fossimo chiamati a prestare", ha detto Berlusconi. "Si pensa che con una crisi in Grecia si potrebbe avere un tracollo dell'euro del 10%".

Ieri i 16 paesi dell'Eurogruppo hanno concordato un pacchetto di aiuti che include il Fondo monetario internazionale ma a maggioranza europeo con prestiti bilaterali coordinati. Questo meccanismo deve essere considerato come ultima ratio, se il mercato finanziario si rivelasse insufficiente. Ogni esborso di prestiti bilaterali dovrà essere deciso dai membri della zona euro all'unanimità. I Paesi membri dell'Eurogruppo dovrebbero partecipare sulla base delle rispettive quote di capitale Bce.

Alla domanda su quale potrebbe essere l'onere per l'Italia Berlusconi ha risposto che è troppo presto per dirlo "perchè non si sa esattamente quant'è l'ammontare globale".

In ogni caso, ha voluto sottolineare il Cavaliere, "non c'è alcun legame" tra questo eventuale futuro impegno economico per l'Italia e il progetto di riduzione delle tasse entro fine legislatura.

Berlusconi inoltre non ha escluso che al finanziamento del meccanismo possa partecipare anche quanche paese Ue non membro della zona euro.