Gb e Germania spingeranno per tassa a banche su rischio globale

mercoledì 24 marzo 2010 19:05
 

LONDRA/BERLINO, 24 marzo (Reuters) - La Gran Bretagna e la Germania hanno stabilito la loro posizione per la riunione del Fondo monetario internazionale la prossima settimana e faranno pressione per una tassa alle banche sul rischio globale con l'obiettivo di evitare ulteriori salvataggi sulle tasche dei contribuenti.

Mesi dopo che il primo ministro britannico Gordon Brown ha valutato una serie di idee per far sì che le banche paghino di tasca propria il proprio salvataggio, il suo ministro delle Finanze Alistair Darling ha dichiarato oggi che più paesi adesso convengono sulla necessità di una tassa internazionale.

"E' una cosa che bisogna definire velocemente, come farò presente ai ministri delle Finanze a Washington il mese prossimo" ha detto Darling al parlamento britannico.

"Sono d'accordo con quanti pensano che questa tassa debba essere coordinata a livello internazionale".

Una bozza della proposta del ministero delle Finanze tedesco sulla tassa alle banche mostra che tutti gli istituti bancari tedeschi dovranno fare pagamenti a un fondo per futuri salvataggi, con contributi legati ai volumi e ai rischi posti per il sistema finanziario.

Il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble ha detto oggi che la tassa potrebbe raccogliere 1 miliardo di euro.

Berlino ha intenzione di acconsentire alla proposta la prossima settimana a un meeting di governo e lavorarci entro metà anno in un disegno di legge per proteggere i contribuenti da doversi fare carico da soli del costo di futuri salvataggi di banche.