PUNTO1-Grecia,Italia preferirebbe mix aiuti Europa-Fmi -Tremonti

mercoledì 24 marzo 2010 15:09
 

(Aggiunge altre dichiarazioni Tremonti, funzionario tedesco)

NOLA, Napoli, 24 marzo (Reuters) - L'Italia è pronta a sostenere una soluzione di aiuti mista per la Grecia che coinvolga sia l'Unione europea che il Fondo monetario internazionale, ha detto il ministro dell'Economia Giulio Tremonti.

"Ci sono tre ipotesi: che la Grecia sia lasciata da sola e la Grecia da sola potrebbe chiedere aiuto al Fondo monetario internazionale; che l'Europa, che è l'ipotesi proposta, faccia lei l'intervento; un'ipotesi intermedia che l'Europa organizzi un intervento utilizzando l'Fmi come banca, come know how ma sotto una regia politica dell'Europa", ha spiegato Tremonti alla vigilia del vertice Ue di domani e venerdì a Bruxelles dal quale si attendono indicazioni su come l'Europa intende gestire la crisi finanziaria di Atene.

"Io preferirei l'ipotesi numero tre: che sia l'Europa che organizza la gestione del caso Grecia, non vorrei l'ipotesi uno e credo che sia gestibile l'ipotesi intemerdia. Non dimenticate che l'Europa è il più grande azionista del Fmi e in questo momento stiamo dando soldi al Fmi e sarebbe strano che diamo soldi al Fmi ma non vogliamo fondi dal Fmi", ha aggiunto.

Successivamente Tremonti - che presenzia oggi diversi appuntamenti elettorali in Campania in vista delle regionali di domenica e lunedì a fianco del candidato governatore Pdl Stefano Caldoro - ha voluto precisare la posizione dell'Italia.

"L'ipotesi Europa-Europa è quella su cui noi abbiamo espresso il massimo consenso possibile come Eurogruppo, Ecofin e Italia. Se non passa, l'idea italiana è Europa-Fmi. L'idea uno ci piace perchè è europea, l'idea due ci piace perché è italiana". Sempre in mattinata hanno parlato della situazione greca anche il commissario europeo per gli Affari economici e monetari Olli Rehn e un funzionario del governo tedesco.

Mentre Rehn ha esortato i paesi membri della zona euro a prendere una decisione politica su un meccanismo di rapida attivazione che assicuri stabilità finanziaria dell'area l'esponente del governo tedesco ha confermato che non si aspetta decisioni sulla Grecia al summit Ue e che tra gli Stati Ue sta crescendo il sostegno all'ipotesi di coinvolgere il Fondo monetario internazionale.

La fonte tedesca ha detto di non essere in grado di confermare un accordo franco-tedesco sul coinvolgimento del Fondo ma ha aggiunto: "Ho la sensazione ci stiamo muovendo sempre più verso la stessa direzione".