PUNTO 1-Bce, dati macro esigono cautela su ripresa - Bini Smaghi

mercoledì 24 marzo 2010 12:10
 

(Aggiunge commenti)

MILANO, 24 marzo (Reuters) - I dati economici fanno apparire giustificata la prudenza che la Banca centrale europea ha sempre avuto sulle prospettive di ripresa. Gli aspetti strutturali della crisi economica, in particoalre, richiederanno anni per essere superati.

Lo ha detto il membro del consiglio esecutivo della Banca centrale europea, Lorenzo Bini Smaghi, intervenendo a Milano a un incontro sulla regolamentazione finanziaria organizzato dalla American Chamber of Commerce.

"Noi siamo sempre stati cauti sulla ripresa e i dati confermano la necessità di questa cautela, la crisi ha una componente strutturale profonda", ha detto Bini Smaghi.

Per uscire dalla crisi gli stimoli monetario e fiscale non bastano, ha spiegato il consigliere della Bce, è necessario intervenire con riforme profonde che consentano di competere con le nuove economie asiatiche.

L'aspetto strutturale della crisi "richiede molto più tempo per essere assorbito, in un contesto in cui la concorrenza internazionale è aumentata. L'Asia tira", ha aggiunto.

In questo contesto l'impegno della Bce resta quello di continuare ad assicurare la stabilità dei prezzi, difendendo quella credibilità che l'istituto centrale si è guadagnato negli anni passati, "non esitando a fare quanto necessario per la stabilità dei prezzi".

"Se i Tesori europei oggi si indebitano al 3 o al 4% significa che c'è certezza che non ci sarà inflazione all'uscita dalla crisi. La credibilità di un impegno anti-inflazionistico è fondamentale, non dobbiamo creare aspetattive che questo cambierà", ha affermato Bini Smaghi.