Volkswagen decide aumento privilegiate da 4 mld, titolo affonda

martedì 23 marzo 2010 16:51
 

FRANCOFORTE, 23 marzo (Reuters) - Volkswagen emetterà 65 milioni di nuove azioni privilegiate (VOWG_p.DE: Quotazione), pari a circa la metà del capitale autorizzato, mettendo sul piatto un'offerta intorno ai 4,5 miliardi di euro.

La società, che dispone già di 10,6 miliardi di contante, si attrezza per una campagna di acquisizioni che potrebbero valere fino a 17,7 miliardi di euro tra equity e debito, parte di un piano finalizzato a superare Toyota (7203.T: Quotazione) nel ruolo di primo costruttore di auto al mondo entro il decennio appena iniziato.

Il Cfo Hans Dieter Poetsch aveva detto nelle scorse settimane di aspettarsi una raccolta di circa 4 miliardi di euro in nuovo capitale per proteggere il rating del debito della società e ripristinare la liquidità dopo l'acquisto della metà del business delle auto sportive di Porsche (PSHG_p.DE: Quotazione) alla fine dello scorso anno.

"Il volume è in linea con le attese e ammonta circa a quello che hanno speso per Porsche," conferma l'analyst di NordLB Frank Schwope.

Volkswagen, già oggi il più grosso costruttore europeo, ha detto di aver avviato i contatti con gli investitori istituzionali per il pre-collocamento delle azioni senza diritto di voto. Le sottoscrizioni dovrebbero avere luogo fra il 31 marzo e il 13 aprile.

Il prezzo di offerta, il tasso di sottoscrizione e il volume finale di offerta delle nuove azioni - che portano pieni diritti di dividendo per quest'anno - saranno decisi intorno al 26 marzo, dice una dichiarazione della società.

A questo punto, osservano altri analisti, potrebbe rendersi superfluo il bond convertibile in 40 milioni di azioni privilegiate di cui il board intendeva chiedere l'approvazione dell'assemblea il 22 aprile. Il bond, infatti, viene visto come alternativo alla strada poi scelta dell'emissione azionaria.

I grossi azionisti, tra cui Porsche SE e lo stato tedesco della Sassonia, sede del costruttore, sono d'accordo nel trasferire i propri diritti di sottoscrizione alle banche sindacate, ha detto Volkswagen.

Qatar Holding si è comunque riservato il diritto di partecipare al pre-collocamento delle azioni privilegiate, secondo una nota diffusa dallo stato del Golfo.

Coordinatori globali dell'operazione saranno JP Morgan (JPM.N: Quotazione), Citigroup (C.N: Quotazione), Deutsche Bank (DBKGn.DE: Quotazione), Merrill Lynch (BAC.N: Quotazione) e HSBC (HSBA.L: Quotazione), secondo fonti finanziarie.

Il titolo Volkswagen è caduto rapidamente dopo l'annuncio, nonostante l'idea del collocamento entro la prima metà dell'anno era stata messa in cantiere fin dallo scorso dicembre. Intorno alle 16,40 italiane il titolo Volkswagen privilegiato (VOWG_p.DE: Quotazione) cede il 6% a 68,5 euro, mentre quello ordinario (VOWG.DE: Quotazione) perde il 4,6% a 72,2 euro.