Monetario si avvia a fine trimestre calmo, atteso p/t in linea

lunedì 22 marzo 2010 12:01
 

MILANO, 22 marzo (Reuters) - L'interbancario si avvia a una tranquilla conclusione del trimestre, a dire degli operatori, che da qui alla fine della settimana non si aspettano significative scosse.

"Ci avviciniamo a un fine trimestre davvero tranquillo, non si profilano scosse all'orizzonte. Neanche la Grecia dovrebbe pesare più di tanto" dice un tesoriere in riferimento al summit dell'Ue che si apre giovedì con l'Europa che manca ancora di unità sull'eventualità e le modalità di fornire aiuto alla Grecia.

Il p/t di domani è visto in linea con l'ammontare in scadenza.

"Non mi aspetto rinnovino una somma molto lontana dall'ammontare in scadenza" dice il tesoriere. Martedì scorso l'istituto centrale europeo ha collocato 79 miliardi nella consueta asta settimanale di rifinanziamento a sette giorni. Balzati a inizio della scorsa settimana con l'avvio del nuovo periodo di mantenimento, i depositi overnight presso l'istituto di Francoforte si sono venerdì mantenuti poco lontani dai livelli del giorno precedente. Come si legge alla pagina ECB40, i depositi overnight, remunerati allo 0,25%, risultano relativamente alla seduta di venerdì pari a 195,139 miliardi di euro da 196,014 miliardi della seduta precedente, mentre i prestiti marginali all'1,75% sono rimasti invariati a 52 milioni.

Al fixing giornaliero l'Euribor trimestrale ha continuato ad aggiornare il minimo storico a 0,639% da 0,642%.

L'overnight lavora stamane in area 0,28% a fronte di una media Eonia di venerdì a 0,338% da 0,332% di giovedì.

"Prosegue il graduale acquisto di covered. Il termine del programma, a fine giugno, rappresenterà il ritiro di una delle misure di emergenza adottate per la crisi" dice il tesoriere.

L'istituto centrale di Francoforte ha stamane comunicato alla pagina ECB39 che il programma di acquisto di obbligazioni bancarie garantite ammonta a complessivi 42,444 miliardi dai 42,393 miliardi della seduta precedente.

In frazionale rialzo i derivati sul tasso Euribor. Attorno alle 12,00 il futures a giugno FEIM0 sale di 0,010 a 99,260, mentre settembre FEIU0 avanza di 0,010 a 99,070.

Altri dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.