Basilea d'accordo su piano banche "too big to fail"

giovedì 18 marzo 2010 19:09
 

LONDRA, 18 marzo (Reuters) - Gli organi di vigilanza internazionali hanno trovato un accordo per un piano internazionale volto a far si che le cosiddette banche "too big to fail" non debbano contare su aiuti pubblici nel caso di difficoltà, anche se paesi come gli Stati Uniti vogliono misure ancora più radicali.

I governi statunitensi ed europei devono spendere migliaia di miliardi di dollari per evitare che le banche facciano saltare il sistema finanziario a causa della crisi finanziaria negli ultimi due anni.

Gli organi di vigilanza stanno cercando varie vie per assicurare che anche la più grande delle banche possa essere rapidamente messa sotto controllo se insolvente, senza destabilizzare l'intero sistema finanziario internazioanle e spingere i governi a intervenire con aiuti pubbici.

Il Comitato di Basilea che raggruppa i banchieri centrali e i supervisori dei paesi del G20 ha pubblicato le sue raccomandazioni finali volte a tessere insieme idee nazionali con un approccio coordinato internazionale a "too big to fail".

I membri del Comitato si sono impegnati a mettere in atto le proposte.