Monetario disteso su abbondanza fondi, previsto aumento depositi

lunedì 15 marzo 2010 12:06
 

MILANO, 15 marzo (Reuters) - Inizio di settimana nel segno della distensione sull'interbancario, con i tassi a brevissimo inchiodati poco oltre il riferimento Bce sui depositi in una situazione di fondi come di consueto ampiamente superiore alle esigenze del sistema.

Alla quarta seduta del nuovo periodo di mantenimento della riserva obbligatoria saldo e media progressiva degli istituti di credito dei sedici paesi Uem superano ampiamente la dovuta - ritoccata oggi lievemente a 211,377 miliardi di euro - riflettendosi nell'atteso marcato aumento dei depositi marginali.

Aggiornate a questa mattina, le statistiche Bce mostrano che nella seduta di venerdì il ricorso al 'parcheggio' di liquidità a 0,25% presso la banca centrale è salito a oltre 160 miliardi rispetto a circa 117 miliardi di giovedì.

Rientra invece a soli 108 milioni rispetto ai precedenti 1,3 miliardi l'utilizzo dei prestiti straordinari a un giorno.

"Un inizio del mese [rob] perfettamente in linea a quello scorso, con un forte accumulo di fondi già dai primi giorni e il previsto rimbalzo dei depositi" spiega un operatore.

"Il livello rispecchia una liquidità già molto elevata e la totale assenza di tensione in una settimana che si prospetta particolarmente tranquilla anche dal punto di vista della base monetaria" aggiunge.

Intorno alle 12 il periodo overnight scambia a 0,23/27% da 0,337% della media Eonia di venerdì.

Quotazioni sui livelli della chiusura precedente anche per i derivati sulla 'strip' Euribor: ferma a 99,245 la scadenza a giugno, mentre settembre avanza di un centesimo a 99,02.

Ennesimo record negativo intanto per i fixing Euribor a Londra: flette tre millesimi il tre mesi a 0,646% e correggono di 0,002 anche la settimana e i sei mesi rispettivamente a 0,337% e 0,956%.   Continua...