12 marzo 2010 / 17:11 / 7 anni fa

PUNTO 1 -Grecia, misure aggiuntive ok per target deficit 2010-Ue

(aggiunge background)

BRUXELLES, 12 marzo (Reuters) - Le misure aggiuntive annunciate dalla Grecia lo scorso 3 marzo sembrano sufficienti per salvaguardare il raggiungimento del target di bilancio alla fine del 2010.

Lo sostiene la Commissione europea nel documento che sarà discusso dai ministri delle Finanze Ue martedì prossimo.

Le misure aggiuntive varate il 3 marzo hanno un importo totale di 4,8 miliardi di euro. Atene si è impegnata quest'anno a ridurre il defticit di bilancio a 8,7% del Pil dal 12,7%.

L'economia ellenica segnerà quest'anno una contrazione di almeno 2,25%, secondo Bruxelles, che definisce il piano di risanamento greco "ambizioso", aggiugendo che, nel 2011 e nel 2012 occorreranno nuovi interventi ad Atene per correggere il proprio disavanzo.

"Anche ipotizzando che i peggiori tassi di crescita reale su base trimestrale sono stati registrati nei mesi passati, il Pil reale annuale dovrebbe contrarsi ulteriormente nel 2010, per almeno 2,25%" si legge nel documento pubblicato oggi.

Il Pil greco è calato del 2% l'anno scorso e il governo ha una previsione ufficiale di -0,3% per quest'anno. Anche il banchiere centrale greco ha detto oggi di attendersi un calo del Pil di circa il 2%.

Mentre una contrazione peggiore delle aspettative peserà sui conti pubblici, la Commissione dice che sembra che la Grecia abbia fatto abbastanza promesse per centrare l'obiettivo di deficit per il 2010.

La Commissione stima che un aumento dell'Iva dovrebbe portare extra gettito per 0,5% del Pil, un rialzo delle accise avrà un impatto positivo sulle entrate per un altro 0,5% mentre una maggiore tassa sui carburanti varrà 0,2% in più sul gettito.

In totale la commissione stima che le nuove misure pesi per il 2% del Pil, in linea con quanto annunciato da Atene.

Il piano concordato tra Atene e Bruxelles prevede inoltre che la repubblica ellenica presenti un rapporto dettagliato all'Unione europea entro il 15 maggio con le indicazioni delle misure precise che riporteranno il disavanzo sotto il 3% del Pil entro il 2013.

Secondo l'esecutivo Ue, la riforma della tassazione decisa in Grecia produrrà gettito aggiuntivo dopo il secondo trimestre dell'anno.

Per la Commissione Ue, la lotta contro l'evasione porterà nelle casse dello Stato ellenico gettito aggiuntivo per oltre 0,5% del Pil nel 2010 e gettito aggiuntivo per un importo simile è atteso dalla lotta contro l'evasione dei contributi allo stato sociale.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below