Fisco, gettito 2009 -3,3%, pesa taglio 5 punti Ires - Tesoro

venerdì 12 marzo 2010 16:01
 

ROMA, 12 marzo (Reuters) - Le entrate tributarie hanno fatto registrare nel 2009 un calo del 3,3% rispetto al 2008, dovuto in larga misura all'andamento dell'Ires.

Lo dice il ministero dell'Economia ricordando che nel 2009 è entrata in vigore la riduzione di 5,5 punti percentuali di aliquota Ires. Pesa anche l'introduzione del regime fiscale sui contribuenti minimi, il cosiddetto "forfettone".

"Il netto miglioramento del gettito delle imposte dirette nella parte centrale dell'anno, precisamente nel mese di giugno e residualmente nel mese di luglio, è ascrivibile al versamento di alcune importanti imposte addizionali e sostitutive (circa 7 miliardi di euro). Positivo l'effetto sul gettito del 2009 delle entrate da scudo fiscale che si sono realizzate a fine anno", spiega il Tesoro in una nota.

Le imposte indirette hanno fatto registrare una flessione del 3,3% rispetto al 2008 essenzialmente dovuta all'andamento del gettito dell'Iva.

"Tuttavia l'andamento del gettito mostra per entrambe le componenti dell'Iva, quella sugli scambi interni e quella sulle importazioni, un lento, ma costante recupero a partire da metà anno con un tasso di variazione cumulato che passa da -10,9 % di luglio a -7% di dicembre", aggiunge il Tesoro.

Alcune imposte indirette, il cui gettito non è legato alla congiuntura, hanno fatto registrare andamenti positivi su tutto il 2009. Tra queste il Tesoro cita i giochi, che chiudono a dicembre con una crescita del 5,6% (+672 milioni di euro); i tabacchi, con una crescita dell'1,1% (+116 milioni di euro); le successioni e donazioni, con una crescita del 20,9% (+77 milioni di euro).

Anche le accise evidenziano variazioni positive su quasi tutto l'arco dell'anno. A dicembre la crescita si è attestata al 5,9%.

"Si conferma il buon andamento degli incassi da ruoli relativi ad attività di accertamento e controllo che continuano a sostenere le entrate tributarie; nell'anno 2009 il gettito è cresciuto del 20,7% rispetto al 2008", continua la nota che chiude dicendo: "Nel confronto internazionale l'Italia mostra la migliore performance delle entrate tributarie totali con il più contenuto livello di contrazione del gettito rispetto al 2008".